download-d

XLI FESTIVAL DI MORGANA

Sabato19_21.15

Vincenzo Pirrotta
Incontra
Il furioso Orlando

Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

Composto da quarantasei canti, il poema cavalleresco intitolato Orlando Furioso, scritto da Ludovico Ariosto, è la continuazione di un’opera di Matteo Maria Boiardo, l’Orlando Innamorato, che lo scrittore lasciò incompiuta. Pubblicato per la prima volta il 22 Aprile 1516,  racconta le vicende del cavaliere Orlando innamorato di Angelica e la storia d’amore tra Ruggero, saraceno e Bradamante, che invece è una donna cristiana.
Vincenzo Pirrotta regista, drammaturgo e cuntastorie, attraverso la sua dirompente fisicità e la sua forza interpretativa, racconterà la furia dell ‘Orlando attraverso la lettura dei canti  XIX-XXIII-XXIX-XXXIV e XXXIX.

Vincenzo Pirrotta Vincenzo Pirrotta si è diplomato alla scuola di teatro dell’ I.N.D.A. (Istituto Nazionale del Dramma Antico). Ha lavorato con i più grandi registi ed attori del teatro italiano. Dal 1996 conduce una ricerca sulle tradizioni popolari innestando arcaiche pratiche al teatro di sperimentazione.
Tra i suoi spettacoli più importanti “Eumenidi” per la biennale di Venezia 2004 teatro stabile di Brescia; “Sagra del signore della nave” per il teatro di Roma, “U ciclopu” “Terra Matta” “Diceria dell”Untore” per il teatro stabile di Catania; “Filottete” per l’unione dei teatri d’Europa; “Donne al parlamento” per il XILX ciclo di spettacoli classici del teatro greco di Siracusa.
Ha fondato “Esperidio” sua compagnia teatrale di cui è direttore artistico per la quale ha scritto e diretto numerosi spettacoli tra i quali: “N’Gnanzo’ù”; “Malaluna”; “Sacre-Stie”;”La ballata delle balate”
Nel teatro lirico ha collaborato con il teatro dell’opera di Roma, con il teatro San Carlo di Napoli. Tra le regie più importanti “Nozze di Figaro” di Mozart per il teatro Manoel di Malta, direttore Michael Laus; per il teatro Massimo Bellini di Catania “Carmen” di Bizet opera inaugurale della stagione 2012 direttore Will Humburg, e “Attila” di G. Verdi direttore Sergio Alapont, nel dicembre 2014.
I suoi spettacoli teatrali sono stati ospitati dai maggiori teatri e Festival Europei (Francia, Belgio, Spagna, Grecia, Germania, Portogallo, Malta, Inghilterra, Montenegro).
Per il grande schermo è stato tra i protagonisti del film “Prove per una tragedia siciliana” diretto da John Turturro e Roman Paska. Ha partecipato al film “Noi credevamo” per la regia di Mario Martone. Ha partecipato al film “Quo Vado” per la regia di Gennaro Nunziante.Ha diretto il docu-film Ninnarò.
Per la Rai ha partecipato alla fiction “Io non mi arrendo” nel ruolo di Antonio Pomarico. tra le diverse pubblicazioni
: N’Gnanzo’ù storie di mare e di pescatori per i tipi di Plectica; “Eumenidi” per i tipi di Bonanno editore; “Teatro” che include i seguenti testi: All’ombra della collina, Malaluna, La ballata delle ballate

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Prenotazione posti: per assicurarsi il posto, sarà possibile ritirare i biglietti omaggio nei due giorni precedenti  allo spettacolo al quale si intende partecipare presso la biglietteria del Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino nei giorni ed orari di apertura.
Indirizzo: Piazzetta Antonio Pasqualino, 5 ( trav. di Via Butera) – 90133 Palermo.
Orario di apertura lun-sab 10.00-18.00 orario continuato
Info: 091.328060
www.festivaldimorgana.it – www.museodellemarionette.it
https://www.facebook.com/museoantonio.pasqualino?fref=ts