Sabato 9 novembre_ore 21.00
Domenica 10 novembre_ore 17.30
Spettacolo
La sfida di Orlando e Don Chiaro
Compagnia Marionettistica Fratelli Napoli (Catania)
Chiesa di San Mattia Apostolo dei Crociferi

 

Secondo la Storia dei Paladini di Francia di Giusto Lo Dico, e secondo le sue fonti narrative medievali, il duca Girardo di Frata, durante il regno di Pipino il Breve, era stato investito del feudo di Borgogna.
Alla morte di Pipino, Girardo non riconosce Carlo come re di Francia. La controversia dura alcuni anni finché, per i buoni uffici di Don Chiaro, Girardo si impegna a servire Carlo e manda come suo ambasciatore il fratello Don Buoso. Gano di Magonza, per suscitare la rivolta di Girardo, ordina l’assassinio di Don Buoso. Girardo, appresa la notizia della morte del fratello, scatena la guerra contro Carlo. L’esito incerto del conflitto induce Girardo a risolvere la contesa con un duello fra Orlando e Don Chiaro. Sebbene fra i due cavalieri ci fossero state antiche ragioni di ostilità, Orlando accetta la sfida per onorare il suo stato di comandante generale ma il suo cuore non desidera la morte di Don Chiaro; Orlando infatti è consapevole della propria invulnerabilità donatagli dal cielo: chiunque gli resista, al terzo giorno perderà la vita. Durante lo scontro Orlando svela all’amico-nemico tale sua virtù, ma Don Chiaro non vuole arrendersi e muore implacabilmente colpito da Orlando.

Compagnia Marionettistica Fratelli Napoli. Rappresenta l’antica tradizione dell’opera dei pupi catanese. Don Gaetano Napoli fondò la compagnia nel 1921, affidandola successivamente ai tre figli Pippo, Rosario e Natale. I Napoli, oltre a proporre spettacoli con recita a soggetto, rappresentano testi basati sulla tradizione degli antichi canovacci nei quali una moderna drammaturgia dell’opera dei pupi riesce a tener conto delle regole tradizionali di messinscena. Sulla base di codici tramandati da padre in figlio, il sentimento si fa gesto, comunicazione, arte. Le scene, le armature, i costumi, i suoni e quella “improvvisazione” quale essenziale momento artistico contribuiscono ulteriormente alla creazione del rapporto pubblico – attore e della particolare “magia” teatrale, che sono caratteristiche fondamentali dell’opera dei pupi.

Lo spettacolo è organizzato nell’ambito delle iniziative dedicate alle eredità immateriali realizzate nell’ambito del progetto “Piano delle Misure di salvaguardia dell’opera dei pupi siciliani”. Il progetto è promosso dalla Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari quale soggetto referente della Rete italiana di organismi per la tutela, promozione e valorizzazione dell’Opera dei pupi: #OPERADEIPUPI.IT#.

________________________________________________________

Il progetto: “Piano delle Misure di salvaguardia dell’opera dei pupi siciliani”
Il progetto mira all’identificazione di misure di salvaguardia dell’Opera dei pupi siciliani, articolate in un piano coerente,  indispensabile per una efficace pianificazione delle azioni di salvaguardia, promozione e valorizzazione dell’elemento nell’ambito di una governance partecipata e di un progetto di sviluppo sostenibile, coerente con le Direttive operative della Convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale.

Il progetto è finanziato dal Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, Legge 20 febbraio 2006, n. 77 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti e degli elementi di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella ‘lista del patrimonio mondiale’, posti sotto tutela dell’UNESCO”.

______

Ingresso libero fino a esaurimento posti.
L’ingresso in sala sarà consentito a partire da 1h prima dell’inizio dello spettacolo.
Info: 091.328060

www.operadeipupi.it

Rete internazionale EFFE Label – Europe for Festivals, Festivals for Europe