15 nov ore 20.30
Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

Mi gran obra

15 nov ore 20.30
Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

Mi gran obra

di David Espinosa

con David Espinosa e Jordi Casanovas

(Spagna)

Una voce proviene da un iPhone, posto di fianco a una grande valigia chiusa che delimita lo spazio per un gruppo di soldatini “civili”, personaggi di qualcosa che non si conosce ancora; un piccolo megafono la amplifica a definire cosa si vedrà, di lì a poco, raccontando l’origine dell’opera nella volontà di un teatro senza i confini delle scarse economie e consegnando istruzioni di cui già si intuisce il carattere ludico. Un binocolo, da un metro. David Espinosa si dispone dietro un tavolo con due piccoli altoparlanti ai lati, inizia a disporre i modellini con cui opererà una riduzione in scala del grande teatro attraverso i due concetti basilari che al teatro presiedono, ossia azione e reazione, per meglio dire movimento e percezione, questa stessa umanità miope può ri-specchiare passato presente e futuro: sogni di vita perduti o solo immaginati, passioni, evasioni, cadute e rimbalzi, vacanze e paure. Gli attori senza cuore, solo colori e plastica, prendono vita sotto le dita del regista, demiurgo e attore egli stesso.

David Espinosa (Elche, 1976).

Attore, danzatore, regista si è formato alla Scuola di Interpretación Textual di Valencia. Collabora con Alex Rigola, che nel 2013 lo invita nella sezione Teatro della Biennale di Venezia, Sergi Faustino, Mal Pelo, Las Malqueridas; è presente nei maggiori festival di teatro internazionale. Elemento centrale del suo lavoro è il rapporto tra attore/ corpo e spazio/tempo, investigati con modalità “precarie” e “low tech”, muovendosi tra arti visive, danza e teatro.

Ricevi aggiornamenti sulle nostre prossime mostre

Elaboreremo i dati personali forniti in conformità con la nostra politica sulla privacy.