Venerdì 8 novembre_ore 21 .00
Sabato 9 novembre_ore 20.00
Domenica 10 novembre_ore 16.30
Spettacolo
Osso Mastrosso e Carcagnosso
Una favola musicale sulle Mafie
di Paride Benassai
co-produzione Museo Pasqualino e Trentino Jazz (Palermo-Trento)
Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino

Testo Antonia Sorce e Paride Benassai
Regia Paride Benassai
Musiche Emilio Galante
Illustrazioni Enzo Patti
Voce recitante e cunto Paride Benassai
Pupi e manovra Salvatore Bumbello
Flauto Emilio Galante
Ensemble Corale Celestino Eccher diretto da Chiara Biondani

Tre fratelli, Osso, Mastrosso e Carcagnosso vendicano sanguinosamente lo stupro della sorella. Per sottrarsi alla giustizia fuggono a Favignana, dove rimarranno per  29 anni, 11 mesi e 29 giorni. Non è un caso che sia il tempo massimo previsto per la carcerazione nell’isola al tempo dei Borbone. Qui i tre concepiscono un codice di onore che porteranno con sé “colonizzando” Sicilia, Calabria e Campania e dando origine a mafia, ‘ndrangheta e camorra. La narrazione è incentrata sulla violenza originaria subita da una donna e suggerisce come solo il mondo femminile possa essere l’antidoto e la cura alla violenza mafiosa.

Il progetto nasce a Palermo grazie all’incontro tra Antonia Sorce ed Emilio Galante con il pittore e disegnatore Enzo Patti e lo sceneggiatore, autore ed attore di cunto Paride Benassai. Le immagini disegnate da Enzo Patti, a volte veri e propri movies, sono sincronizzate in diretta con una pedaliera in una sorta di cartone animato che racconta l’origine leggendarie delle Mafie. Ad arricchire lo spettacolo l’ensemblecorale Celestino Eccher diretto da Chiara Biondani.

 

Paride Benassai. Nasce a Palermo, è attore, regista ed autore di testi teatrali. Ha scritto ed interpretato dal 1976 sino ad oggi diversi lavori in teatro. Dal 1983 al 1988 è stato direttore artistico del Piccolo teatro Città di Palermo. Ha collaborato con la Rai, la televisione e il cinema. Ha lavorato per circa 10 anni in qualità d’attore per il Teatro Biondo Stabile di Palermo. Alcuni suoi lavori sono stati ripresi e trasmessi da RAI 3. Per tre anni (’88/’89/’90) ha svolto attività di laboratorio con i detenuti del carcere Ucciardone di Palermo. Ha lavorato con i registi: Roberto Guicciardini, Carlo Quartucci, Mario Missiroli, Gianfranco Albano, Mauro Avogadro, Paolo Virzì, Michele Soavi, Peppuccio Tornatore, Emanuele Crialese, Roberto Andò, Ficarra e Picone. Ha preso parte a diversi cicli di trasmissioni radiofoniche per conto di RAI 3. Fra gli ultimi film interpretati L’ultimo sorriso (2017), L’ora legale(2017, regia di Ficarra e Picone), Baaria (2009, regia di Giuseppe Tornatore) e, per la tv, La mafia uccide solo d’estate (2016).

Emilio Galante. Nasce a Bologna dove studia flauto e composizione e si laurea in filosofia. Ottiene un Meisterklasse Diplom alla Hochschüle für Musik di Monaco. Ha tenuto concerti come solista e in complessi di musica da camera in tutta Europa, USA, Turchia e Santo Domingo. Ha inciso per BMG Ricordi, CGD-Suvini Zerboni, Velut Luna, Ermitage oltre che per le radio-televisioni di stato italiana, francese e svizzera. Fra le sedi concertistiche che lo hanno ospitato: Aterforum, Salzburger Residenz, Teatro Regio di Torino, Cantiere di Montepulciano, Teatro La Fenice di Venezia, Theater am Turm di Francoforte. Nel 1991 è stato interprete di Syrinx e Après-midi d’un faune di Debussy nella stagione di balletto della Scala. Sue composizioni sono edite da Sonzogno in Italia a e da Falls House Press negli USA. Ha fondato nel 1998 l’ensemble Sonata Islands, col quale ha pubblicato un CD di sue musiche, “Sciare di Fuoco” per BMG, promosso un festival di jazz e musiche nuove che si tiene dal 2002 a Milano e Trento. È coautore del Manuale del Flauto EDT. È docente di ruolo di flauto al Conservatorio di Trento.

Salvatore Bumbello. Figlio d’arte, è abile costruttore di pupi e oprante. Ha appreso il mestiere artigiano dal padre Luciano, allievo di Francesco Sclafani. Nel 1995, alla morte del padre, Salvo ha ereditato il “mestiere” e la bottega e ora è uno dei più noti e apprezzati costruttori di pupi della città di Palermo. Nel corso degli anni ha affiancato all’attività di artigiano, quella di oprante formandosi al fianco dei pupari più noti di Palermo e dedicandosi alla messa in scena degli spettacoli di opera dei pupi. Nel 2015 ha fondato l’Associazione opera dei pupi Brigliadoro. Nel suo lavoro, Salvo coniuga fedeltà ai codici della messa in scena e al repertorio tradizionali dell’opera dei pupi e capacità di innovazione collaborando con enti teatrali e artisti di rango nazionale. Numerose le partecipazioni a festival e rassegne internazionali. Negli ultimi anni, Salvo è affiancato da due giovani pupari a cui sta trasmettendo sia il patrimonio di conoscenze teorico-pratiche legate all’opera dei pupi, sia la volontà di sperimentare e innovare con le figure animate. Ha fondato la Compagnia Brigliadoro.

Ensemble corale Celestino Eccher. Ha iniziato la sua attività nel 2012. Le componenti dell’ensemble provengono prevalentemente da formazioni corali della scuola di musica Celestino Eccher delle valli del Noce, che fa parte del sistema provinciale delle scuole musicali del Trentino. Nel 2012 l’ensemble vince il primo premio al concorso internazionale di Bardolino. La passione del canto corale e l’incontro fortunato con il musicista Emilio Galante, leader di Sonata Islands, ha favorito il consolidamento del gruppo, che negli ultimi cinque anni si è cimentato nel repertorio della musica jazz e contemporanea. Nel 2013 ha debuttato al festival TrentinoinJazz con un lavoro di Emilio Galante su testo di Antonia Sorce Doublesex. Nel 2017 incide un brano per ensemble vocale, sax tenore e clarinetto basso per Parma Recording, casa discografica americana, in collaborazione con il sassofonista Mario Ciaccio e il compositore Arthur Gottschalk, portato nel febbraio 2018 alla Carnegie Hall di New York.

Ensemble Corale Celestino Eccher
Direttore Chiara Biondani
Soprano Elisa Deromedi, Sara Webber
Mezzosoprano Veronica Maistrelli, Iris Pancheri, Rosanna Vit
Alto primo Chiara Biondani, Francesca Martini, Maddalena Barbi
Alto secondo Francesca Endrizzi, Erika Maistrelli, Giuditta Claus

______________

Ingresso libero fino a esaurimento posti.
La sala sarà accessibile a partire da 1h prima dello spettacolo.

Rete internazionale EFFE Label – Europe for Festivals, Festivals for Europe