Malaguerra distrugge l’incanto di Uriella

13 Dicembre 2020 16:30 - 17:30 Alcamo (TP), Castello dei conti di Modica, Piazza della Repubblica
Compagnia Opera dei pupi siciliani Gaspare Canino
Alcamo (TP), Castello dei conti di Modica
Piazza della Repubblica

 

Rinaldo porta il figlio Malaguerra a Parigi dove sta per svolgersi una giostra per volere della bella Rossana, desiderosa di sposare un giovane paladino di re Carlo. Innamorato della fanciulla, Malaguerra chiede al padre un’armatura per partecipare alla giostra ma Rinaldo si rifiuta. Il giovane però riesce a ottenere le armi dal mago Malagigi e, in cambio, si impegna a distruggere l’incanto di Uriella. Dopo aver battuto tutti i giovani paladini, Malaguerra dunque ruba il cavallo Baiardo al padre e fugge da Parigi. Venuti a conoscenza della fuga, Rinaldo e il cugino Orlando vanno in cerca del giovane ma scende la notte, mentre Orlando dorme sotto un albero, giunge Malaguerra che gli sottrae la spada Durlindana. Il giovane può ora distruggere l’incanto di Uriella, con l’aiuto di Malagigi. Di rientro a casa, Malaguerra, sostenuto da Malagigi, si inginocchia ai piedi del padre e di Orlando che, perdonato il giovane, ne comprendono il valore. Carlo Magno ha ora un altro prode paladino a difesa la sua Corona.

Compagnia Opera dei pupi siciliani Gaspare Canino. La compagnia di Alcamo nasce nel 1997. Il fondatore è Salvatore Oliveri, nipote materno di Gaspare Canino, ultimo puparo ed oprante attivo ad Alcamo ed in tutta la provincia di Trapani. Capostipite della compagnia fu Liberto Canino, considerato tra gli iniziatori dell’opera dei pupi a Palermo. Nel lontano 1828 Liberto Canino aprì il primo teatro in via Formai, nell’antico quartiere palermitano dell’Albergheria. Uno dei suoi figli, Luigi, imparata l’arte del padre alla fine dell’Ottocento, si trasferì ad Alcamo dove iniziò mettere in scena le vicende dei Paladini di Francia, di Guido Santo, di Trabazio di Costantinopoli e dei Beati Paoli. Dei cinque figli di Luigi soltanto due faranno i pupari: Guglielmo, che si trasferisce a Sciacca, e Gaspare, che resta ad Alcamo dove aiuta il vecchio padre. Dopo la sua scomparsa, nel 1977, l’opera dei pupi smette di essere rappresentata ad Alcamo ed in tutta la provincia di Trapani, finché nel 1990 il nipote Salvatore Oliveri torna a dedicarsi a questa arte, aprendo un teatro.

_________

INGRESSO GRATUITO FINO A ESAURIMENTO POSTI. Posti disponibili: Alcamo (TP), Castello dei conti di Modica: 20

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: Nel rispetto delle norme antiCovid è richiesta la prenotazione per ogni evento fino a esaurimento dei posti disponibili in ogni luogo a garanzia del distanziamento sociale.

TUTTI GLI SPETTACOLI SARANNO VISIBILI IN DIRETTA STREAMING su FB. Per accedere alla diretta clicca su: https://www.facebook.com/operadeipupigasparecanino

Ogni diretta sarà inoltre visibile sui siti istituzionali: www.festivaldimorgana.it      www.operadeipupi.it      www.museodellemarionette.it

Info: 091.328060

Reti: Rete internazionale EFFE Label – Europe for Festival. Festival for Europe ; ItaliaFestival

Evento Tipo biglietto Biglietti rimasti Prezzo Prenota
Malaguerra distrugge l'incanto di Uriella Domenica 13 dicembre_ore 16.30 20 €0
prenota